Europa 323 Mini IWP LLD logo ochsner piccolo MidiMaxiStandardMSV LLD

Pompe di calore per acqua calda

Descrizione

Europa 323 Mini IWP M

 ehpa Quality label jpg

Pompe di calore per acqua calda

 

  • Energia rinnovabile sempre disponibile

    Sfruttate l'aria esterna, l'aria viziata o la geotermia come fonte di calore. Energia rinnovabile disponibile in qualsiasi momento del giorno e in qualsiasi stagione. Anche in combinazione con il sistema solare.
  • Non solo acqua calda

    Funzione di ventilazione, deumidificazione di locali e raffrescamento.
  • Modelli con e senza accumulo

    Per soddisfare ogni esigenza.
  • Facili da installare

    Posa veloce e messa in servizio semplice, basta collegare ed accendere!
  • Facili da usare

    Modelli Mini IWPL e 250DK/L con centralina Tiptronic Light: semplice da usare, con funzione di protezione antilegionella.
    Modelli Mini IWP, Mini EWP e 323DK con centralina Tiptronic Plus: display Touch-Screen e menu ad icone, multifunzionale.
  • Funzioni Smartgrid

    I modelli Mini IWP, Mini EWP ed Europa 323DK dispongono delle funzioni cosiddette SmartGrid, che permettono di sfruttare tariffe agevolate, od ottimizzare l'uso di corrente elettrica autoprodotta con impianti fotovoltaici.
  • Acqua calda fino a 65°C

    Temperatura del bollitore fino a 65° con la sola pompa di calore, per soddisfare grandi richieste di acqua calda.
    Resistenza elettrica integrata di serie, per fabbisogni straordinari o uso in emergenza.
  • Componenti di alta qualità e massima affidabilità

    La doppia smaltatura sottovuoto del bollitore garantisce la massima durata.
    Il gas frigorigeno è sicuro perchè non infiammabile, ed è ecocompatibile: è esente da cloro e non danneggia l'Ozono.
    Compressore ad alto livello tecnologico e massima qualità.
  • Funzionamento silenzioso

Domande frequenti

Questa è la domanda più frequente che ci viene posta, e una risposta breve può essere fuorviante.

 

Cominciamo con lo stabilire quante energia termica va prodotta:

se consideriamo i classici 50 litri di acqua calda a persona al giorno, alla temperatura di utilizzo di 42°C e partendo dall'acqua fredda alla temperatura di 15°C, l'energia termica necessaria teoricamente in un anno è di 573 kWh.

Però le condizioni di temperatura non sono mai costanti, ogni volta che apriamo il rubinetto scaldiamo anche i tubi e i rubinetti, ci può essere un impianto di ricircolo, ci saranno delle dispersioni dagli accumuli presenti, etc.

E' impossibile tenere conto in dettaglio di tutte queste variabili, quindi conviene assumere un dato pratico: per ogni persona in un anno si devono produrre da 750 a 850 kWh termici.

Considereremo 750 kWh/anno/persona se i consumi sono normali e non ci sono impianto di ricircolo e accumulo. Considereremo 850 kWh/anno/persona se c'è un impianto di ricircolo usato solo alcune ore al giorno, o se i consumi sono più alti della media.

 

Ora possiamo partire da questo dato per calcolare i consumi ed i costi della produzione di ACS.

 

Combustibili/Energia, valori medi assunti per i calcoli: 

  • Metano: costo 0.85 Euro/mc, pci 10 kWh/mc
  • Gasolio: costo 1.2 Euro/l, pci 9.6 kWh/l
  • GPL: costo 1.15 Euro/l, pci 7 kWh/l
  • Pellet: costo 0.24 Euro/kg, pci 5 kWh/kg
  • Elettricità: costo da 0.2 a 0.34 Euro/kWh, pci 1 kWh/kWh

 

Calcoliamo quindi i costi annuali di produzione di ACS (acqua calda sanitaria) per una famiglia di 4 persone (costi arrotondati alla decina di Euro) per ogni tipo di combustibile/generatore di calore considerati:
 

  • Boiler elettrico: da 630 a 1070 Euro/anno
  • Caldaia/Scaldabagno a metano: da 240 a 300 Euro/anno
  • Caldaia/Scaldabagno a GPL: da 520 a 630 Euro/anno
  • Caldaia a pellet: da 150 a 210 Euro/anno
  • Caldaia a gasolio (con accumulo): da 400 a 550 Euro/anno
  • Pompa di calore per acqua calda: da 150 a 340 Euro/anno

 

grafico acs

grafico acs

Generalmente si. Come si può vedere dal raffronto fra i sistemi di produzione di acqua calda più diffusi il costo di gestione annuo è fra i più bassi.

 

Ci sono però altri vantaggi da considerare:

  • sono definite da norma come macchine ad energia rinnovabile, e posseggono le caratteristiche per soddisfare i requisiti della copertura del 50% del fabbisogno di acqua calda da fonte rinnovabile
  • sono più facili e veloci da installare di un impianto solare termico
  • non richiedono manutenzioni sul tetto, ed è consigliato un controllo annuo generale che si fa sulla macchina
  • non hanno i potenziali problemi estivi di surriscaldamento dei pannelli solari termici
  • non costringono all'installazione di una linea vita sul tetto (se si lavora a norma è obbligatoria)
  • le versioni aria/acqua possono essere usate anche per fare ventilazione dell'edificio recuperando il calore
  • le versioni aria/acqua possono anche deumidificare e raffrescare mentre producono acqua calda
  • si possono usare per sfruttare al meglio l'eventuale impianto FV
  • abbinate ad impianti di riscaldamento a legna, permettono di aumentare la vita della caldaia e risparmiare lavoro, sostituendola completamente quando l'impianto di riscaldamento è spento

Un impianto solare per acqua calda copre normalmente circa il 70% del fabbisogno annuo, consumando 200-250 kWh di energia elettrica per il funzionamento. Il suo funzionamento quindi costa circa da 40 a 80 Euro l'anno.

 

A questo costo occorre aggiungere il costo di produzione del 30% dell'energia termica mancante (tipicamente, quasi tutto nel periodo invernale). Il costo annuo di questa integrazione è facilmente calcolabile come il 30% dei costi indicati sopra, a seconda del sistema di integrazione disponibile.

 

Quindi il costo annuo complessivo per l'acqua calda con impianto solare e integrazione diventa:

  • Boiler elettrico: da 230 a 400 Euro/anno
  • Caldaia/Scaldabagno a metano: da 100 a 170 Euro/anno
  • Caldaia/Scaldabagno a GPL: da 200 a 270 Euro/anno
  • Caldaia a gasolio (con accumulo): da 160 a 240 Euro/anno
  • Pompa di calore per acqua calda: da 85 a 180 Euro/anno

Dal punto di vista dei costi di gestione e dell'utilizzo di energia rinnovabile, da quanto su esposto è abbastanza intuibile che i pannelli solari termici sono da considerarsi alternativi alla pompa di calore per l'acqua calda, e che non c'è convenienza ad utilizzare entrambi i sistemi in abbinamento.

Documentazione

Europa 323 2012 LD

Pompa di calore Aria/Acqua per produzione di acqua calda sanitaria con accumulo integrato e scambiatore per fonte di calore esterna

Europa 250 DK\DKL

Pompa di calore Aria/Acqua per produzione di acqua calda sanitaria con accumulo integrato

Mini IWP ld

Pompa di calore Aria/Acqua per produzione di acqua calda sanitaria con accumulo separato

Europa Mini IWP

Pompa di calore Aria/Acqua per produzione di acqua calda sanitaria con accumulo separato